un Blog di Gabriele Cecchini


un blog di Gabriele Cecchini

mercoledì 30 settembre 2015

Le oche



Ho tirato il collo all’ultima oca che c’era in cortile. Le oche sono animali cattivi e strani: ti guardano con il loro becco dritto, tagliente; il collo lungo e sottile le innalza al di sopra degli altri animali da cortile, e questo le fa sentire migliori di galline, anitre e polli. 
Mi ero sempre rifiutato di mangiare la carne d’oca, temevo che, avendole dentro di me, qualcosa sarebbe cambiato, avevo paura degli effetti sulle mie azioni, finché... 

sabato 12 settembre 2015

Un sognante e per nulla tragico au revoir




Marguerite, la grande diva. Stasera la vedrò in concerto, è il mio idolo. Oh non è la prima volta, questo no, ma ogni volta muoio un po’.

Ora come ora conserva poche cose dell’artista di mondo, della cantante che tutti acclamavano, i panettieri come gli intellettuali: gli uni percepivano in lei la capacità di portare fuori sentimenti troppo complicati perché li potessero esprimere loro, con le mani unte e infarinate dell’umana semplicità del quotidiano, del lavorare per tirare a campare; gli altri riconoscevano in lei una genuinità tanto sfacciata da superare ogni sentore di didascalico sentimentalismo o banale emotività popolare.